us spilimbergo




la nostra storia

INIZI
Già agli inizi dello scorso secolo a Spilimbergo si praticava il gioco del calcio.
La proficua aggregazione dei giovani e appassionati sportivi della città riuscì, tra mille difficoltà, a dar vita a due compagini: la Stella Ignea Unione Spilimbergo e l’Aquila. Ben presto, però, per poter meglio far fronte alle carenze di uomini e di mezzi, venne presa la saggia decisione di fondersi in un’unica società.

1924
Così nel 1924 nacque l’Unione Sportiva Spilimbergo, una delle espressioni più antiche e conosciute del florido mondo associazionistico locale, impegnata fin dagli inizi, in favore dei giovani e dello sport, tanto da meritarsi il sigillo della Città del Mosaico.
Dal momento della fusione, il sodalizio ha ininterrottamente preso parte ai campionati organizzati dalla Figc, raggiungendo il massimo risultato nella stagione 1954/1955. In quell’annata, lo Spilimbergo disputò il campionato di Quarta Serie (l’attuale Lega Pro Seconda Divisione), sfiorando il calcio professionistico. Successivamente, la società è comunque rimasta a lungo ai vertici dilettantistici regionali, diventando a pieno diritto uno dei sodalizi più blasonati del panorama calcistico friulano.

ANNI D’ORO
Dal glorioso campo sportivo dedicato al presidente “Alessandro Giacomello”, sono partiti per approdare al professionismo moltissimi giocatori. Tra questi, Aldo Ferigo e Arrigo Cominotto all’Udinese dei tempi storici, Domenico Zannier al Padova, Tullio Zuppet all’Atalanta, Franco Miotto al Gorizia, Renato Mariuzza alla Triestina, Giovanni Di Davide all’Atalanta, Franco Janich, che entrò nella storia del Bologna con cui vinse lo Scudetto del 1964 e partecipò ai mondiali del 1962 e del 1966, totalizzando 6 presenze in nazionale, Ricciotti Greatti, spalla di Gigi Riva nel Cagliari dello Scudetto. Nello Miotto e Walter Bertoli all’Atalanta e altri ancora con esperienze professionistiche come Marco Bertuzzi, Luciano Rigutto, Paolo Tonelli, Ugo Sarcinelli, Mario Bortolussi, Valerio D’Andrea, solo per ricordarne alcuni. In tempi meno lontani, Paolo Mariutti all’Arezzo, Tarcisio Truant al Bologna, Giancarlo Scandiuzzi al Napoli, Roberto Bortolussi al Martinafranca e, più recentemente ancora Nonis all’Udinese e Candussio al Vicenza.

90°
Il 2014 è l’anno del novantesimo anniversario di fondazione dello Spilimbergo: un traguardo prestigioso, conquistato grazie all’impegno e alla passione dei dirigenti e alla sensibilità degli sponsor. 1953/1954 campione regionale Friuli Venezia Giulia 1954/1955 partecipazione al campionato di “quarta serie” 1975/1976 campione girone “a” prima categoria 1986/1987 campione girone “a” prima categoria anni ’70 partecipazione a campionati di eccellenza – campionati di promozione anni ’80 partecipazione a campionati di promozione – campionati di 1ª cat. anni ’90 partecipazione a campionati di promozione – campionati di 1ª cat. anni 2000 partecipazione a campionati di 1ª cat.- 2ª cat. la società sta portando avanti un progetto di valorizzazione del settore giovanile, riuscendo, in questi ultimi 5 anni ad avere una prima squadra formata completamente da giovani calciatori tutti provenienti dal proprio vivaio che milita in modo dignitoso in 2ª categoria.